{{ "2017-07-31 10:30:00Z" | moment:{inputFormat: 'YYYY-MM-DD HH:mm:ssZ', showAsRelative: false, outputFormat: 'dddd DD MMMM YYYY[,] [ore] HH:mm'} }}

Osservazioni sul secondo trimestre del 2017 del portafoglio azionario Morningstar Moat gestito da Saxo Bank

Strumenti negoziati: Azioni
Classi di asset: Titoli azionari mondiali (a esclusione dei mercati emergenti)
Stile di investimento: Analisi fondamentale con attenzione a qualità e valore
Rendimento trimestrale: -1,34% (al netto delle commissioni)
Volatilità del rendimento giornaliero del primo trimestre del 2017: 0.83%


Panoramica di mercato

È indubbio che il sentimento nel secondo trimestre del 2017 sia stato dominato dalla sensazione elettorale, con il percepito sollievo delle elezioni francesi nel mese di aprile compensato da quella negativa nei riguardi delle elezioni britanniche all'inizio di giugno.

Alla luce di ciò, i mercati sono stati ragionevolmente resilienti e hanno continuato a progredire. Il percorso in rialzo delle Federal Reserve ha assunto quindi sin qui un programma, con movimenti il 16 dicembre, il 17 marzo e fino al 17 giugno, i quali sono stati principalmente anticipati dal mercato e, pertanto, hanno avuto un impatto molto ristretto sulle valutazioni. Nel trimestre, merita maggiore attenzione il sostegno a euro e sterlina derivante dalla percepita stabilità nell'Unione europea e dalle voci sui movimenti delle banche centrali. L'euro si è distinto rispetto a dollaro statunitense e yen, mentre la sterlina si è ripresa nel trimestre, malgrado in misura minore. Sia i mercati dei ricavi fissi sia quelli azionari hanno restituito risultati positivi nell'area europea, sebbene il Regno Unito abbia sperimentato un'involuzione tardiva, nel momento in cui i mercati hanno dovuto affrontare il parlamento appeso e le implicazioni inerenti le negoziazioni sulla Brexit.

In maniera più ampia, fatta esclusione degli spostamenti valutari, per gli investitori si è trattato di un trimestre positivo e risolutivo. Nel trimestre, i mercati sviluppati e quelli emergenti hanno fatto registrare rendimenti ottimistici. In maniera più rilevante, i settori etichettati come "crescita qualitativa" si sono distinti, con tecnologia e sanità in ripresa.

Per la gran parte del trimestre, il reddito fisso ha largamente seguito l’esempio, con rendimenti positivi che sono stati curiosamente correlati alla performance dei titoli azionari. Ad ogni modo, nella scorsa settimana di negoziazioni qualcosa ha alterato il panorama, dal momento che I rendimenti del reddito fisso sono aumentati sulla scia delle preoccupazioni che una politica monetaria espansiva da parte delle banche centrali potesse giungere a termine. In virtù di tali constatazioni, l'aggregato mondiale è stato al passo con il debito dei mercati emergenti e con il debito degli alti rendimenti con tutti i tre mercati che restituivano il 3% all'incirca in dollari statunitensi.

In maniera degna di maggior nota, abbiamo continuato ad assistere all'alquanto rapido deterioramento dei prezzi delle commodities. Nel trimestre, il petrolio è stato particolarmente negativo, comportando una pressione anomala sugli asset correlati alle commodities. Il settore dell'energia e quello dei materiali sono stati ragionevolmente resistenti, considerata tale debolezza, con riduzioni di minore entità.

Performance del portafoglio

Aprile -2.2%
Maggio -2.7%
Giugno 3.4%

Posizioni di performance migliore

  • Valeant Pharmaceuticals è un'azienda mondiale specializzata nella produzione di farmaci, la cui attività verte principalmente sui prodotti con il proprio marchio per i mercati dermatologico, gastrointestinale e oculistico. Nel secondo trimestre del 2016, il prezzo delle sue azioni è aumentato, con il mercato che ha reagito positivamente all'annuncio del nuovo Amministratore delegato, Joseph Papa, il quale ha alle spalle una lunga esperienza nel settore farmaceutico. A questo punto, Morningstar Investment Europe Ltd consiglia di sfruttare la performance del secondo trimestre e svendere la posizione. In base alle sua opinione, le questioni correlate al debito societario renderanno difficoltosi i necessari reinvestimenti nell'attività e nel processo produttivo che sosterrebbero i rendimenti s più lungo termine sul capitale.
  • SINA Corp è una società di media online di primo piano in Cina. I suoi servizi includono Sina.com (portale Web), Weibo (social media) e Sina mobile (portale e app per cellulari). Le azioni hanno prodotto un buon risultato, soprattutto nel mese di maggio, determinato essenzialmente dall'avvio da parte di Sina della monetizzazione di Weibo, lanciando la pubblicità social, impiegando i grafici di interesse relativi ai social network. In tal modo, Weibo ha rappresentato il suo fattore di crescita determinante. Nel terzo trimestre del 2017, la posizione è stata mantenuta.
  • Vertex Pharmaceuticals scopre e sviluppa farmaci con piccole molecole per la cura di malattie gravi. Nel secondo trimestre del 2017, il prezzo delle azioni della società ha continuato ad attrarre grazie alle ben accolte notizie sul portafoglio della fibrosi cistica (FC). Inoltre, per merito del rapido lancio del suo farmaco Orkambi, Vertex ha assistito a una forte crescita delle vendite nel primo trimestre. Conseguente alla forte attrattività verso la stima del fair value, la posizione ha chiuso alla fine del trimestre ed è stata rimossa dal portafoglio.

Posizioni di performance peggiore

  • L'attività principale di Vocus Group è la sua rete di infrastrutture, costituita da 1.900 km di fibra in 9 città metropolitane in Australia e 4.600 km di fibra fra le città che garantiscono la copertura in Nuova Zelanda. Vocus ha dovuto affrontare una serie di fusioni in rapida successione, le quali hanno generato un sentimento negativo nei riguardi del prezzo delle sue azioni. Nel terzo trimestre, la posizione è mantenuta, dando atto a Vocus di aver integrato completamente il proprio modello aziendale in modo tale che le infrastrutture in fibra ottica determini la totalità delle sue operazioni e della proprietà di dette infrastrutture, offrendo a Vocus un vantaggio in termini di costi materiali rispetto alla concorrenza.
  • Cameco Corp è un estrattore di uranio canadese. Il prezzo delle sue azioni ha sofferto a causa di un eccesso di fornitura e del sentimento negativo contro l'energia nucleare, con la riduzione degli impianti da parte della Corea del Sud e la decisione della Germania di pianificare la chiusura di tutti i suoi impianti nucleari entro il 2022. Nel terzo trimestre la posizione è mantenuta, visto che il continuo impoverimento delle risorse secondarie di uranio renderà indispensabile l'estrazione delle scorte per soddisfare la crescente domanda mondiale, determinando un innalzamento dei prezzi. In aggiunta, Cameco possiede numerosi depositi di uranio di altissima qualità al mondo. La miniera McArthur River della società, in Saskatchewan, si fregia di concentrazioni di minerale grezzo 100 volte superiore alla media industriale.
  • Embraer SA ADR è un capofila nel mercato aerospaziale, con una quota di mercato dominante negli aviogetti da trasporto regionale, una linea più inclusiva di veivoli d'affari e veivoli da trasporto KC-390. La posizione è mantenuta nel terzo trimestre, in ragione, essenzialmente delle alte barriere per l'accesso al settore dell'aviazione commerciale. Nonostante i nuovi ingressi nel mercato dei veivoli per il trasporto regionale, Embraer è riuscita a mantenere una posizione di primato, in larga parte grazie agli asset intangibili che ha costruito negli ultimi due decenni in virtù dell'attivazione di investimenti giudiziosi nel portafoglio dei prodotti.

Previsioni

In previsione, continuiamo a vivere in un mondo di sano ottimismo, forti rendimenti e una base fragile. Certamente, il pericolo è che vi sia un aumento delle possibilità di debolezza futura nel momento in cui vi sia un'accelerazione dei prezzi oltre il loro valore basato sui fondamentali. Dal punto di vista della costruzione del portafoglio, ciò implica testa sulle spalle e disciplina quando si decide di navigare la rotta di fornire obiettivi a lungo termine.